L’Amanita muscaria ha anche dimostrato di avere proprietà antibatteriche

L’Amanita muscaria è un fungo psicoattivo che è stato usato da molte culture diverse per i suoi effetti psichedelici duraturi e colorati. Questa specie comprende alcuni dei funghi più appariscenti e accattivanti di tutto il mondo, che sono immediatamente riconoscibili grazie ai loro cappelli rosso vivo coperti da macchie bianche o verruche.

Amanita muscaria va anche sotto il nome di agarico della mosca, anche se questo può causare confusione perché ci sono altri tipi di funghi chiamati agarici della mosca. Il fungo è spesso pensato come una specie non commestibile perché non è “allucinogeno” o psicoattivo a meno che non sia fumato o essiccato con cura su un fuoco. Tuttavia, le persone hanno in realtà amanite per i loro effetti psichedelici per secoli, e il popolo della Siberia anche bruciarli per tenere lontano le zanzare.

Anche se l’Amanita muscaria non è una specie molto conosciuta, la maggior parte dei micologi la considera abbastanza comune, e la maggior parte dei dilettanti si imbatterà in una di esse almeno una volta durante la sua carriera di collezionista. A. muscaria contiene acido ibotenico e muscimolo, che sono entrambe sostanze chimiche che scatenano allucinazioni se consumate in quantità sufficienti. È stata usata ricreativamente dagli esseri umani per millenni, anche se questa tendenza è stata in gran parte interrotta dopo che l’A. pantherina è diventata più popolare nel 16° secolo (lo stesso motivo per cui non usiamo più le volpi come cappelli).

L’Amanita muscaria è un fungo psicoattivo che è stato usato da molte culture diverse per i suoi effetti psichedelici duraturi e colorati.

Molte culture diverse hanno usato l’A. muscaria, compresi i nativi americani. L’Amanita muscaria è usata in alcune cerimonie da molte tribù di nativi americani insieme ad un altro fungo allucinogeno chiamato peyote, che contiene mescalina. L’A. muscaria è stata anche usata come entheogen, o droga presa per motivi spirituali, fin dai tempi antichi. La gente l’ha anche usata come potenziatore di prestazioni per gli atleti prima delle gare e come trattamento per la dipendenza da oppiacei durante l’astinenza.

L’Amanita muscaria non viene usata solo a scopo ricreativo; ha anche delle proprietà mediche piuttosto profonde! Molte diverse culture asiatiche la usano per curare malattie come il morbo di Parkinson, ADHD, asma e persino la depressione. Gli effetti psichedelici d’altra parte sono molto noti, e sono i più evidenti quando si mangia o si beve qualcosa contenente A. muscaria. Questa specie è nota per produrre intense allucinazioni che tipicamente includono colori vividi, immagini astratte, modelli vorticosi e alti livelli emotivi. Le persone hanno riportato sensazioni di euforia così come sentimenti di vicinanza con altre persone mentre su A. muscaria, che lo rende una scelta ricreativa popolare L’intossicazione da Amanita muscaria può durare da 4 a 8 ore a seconda del dosaggio e della reazione personale alle sostanze chimiche contenute nel fungo. Questi funghi contengono una serie di diversi ingredienti psicoattivi tra cui l’acido ibotenico e il muscimolo. Le quantità di queste sostanze chimiche differiscono in base a cose come il luogo in cui si trovano a crescere, il periodo dell’anno e la specie esatta.

Per questo motivo molte persone hanno tentato di coltivare questi funghi, ma si è dimostrato difficile perché l’A. muscaria selvatico cresce costantemente senza una stagione o un periodo specifico. Inoltre, ci sono diverse sottospecie in tutto il mondo che possono essere più potenti di altre a seconda di dove crescono, il che aggiunge ulteriore confusione su come coltivarle con successo. Tuttavia, nonostante queste sfide, alcune persone cercano di coltivarli come alberelli nei loro giardini per uso ricreativo e per scopi di ricerca medica.

In termini di consumo umano questi funghi di solito hanno un sapore piuttosto cattivo, tranne quando sono cucinati in qualcosa, anche se ai cani non sembra dispiacere affatto! Gli esseri umani possono mangiare Amanita muscaria cruda senza effetti negativi, ma sono noti per causare problemi di stomaco ad alcune persone. Il modo più comune per gli esseri umani di mangiare A. muscaria è quello di fare il tè o la zuppa con loro, e poi o scartare il fungo o lasciarlo in infusione nel liquido fino a quando la persona lo beve.

YouTube video

E’ importante notare che se avete intenzione di farlo avete bisogno di molti funghi per fare una grande partita di tè in modo che sia sufficiente per tutti quelli che vogliono berlo. Ammalarsi di questi funghi è molto facile perché non solo hanno un sapore terribile ma contengono anche acido ibotenico che può causare nausea estrema così come il vomito, il che può impedire a chi li usa ricreativamente di voler ripetere l’esperienza.

Alcune persone trovano che scaldare del burro e scioglierlo nel tè con A. muscaria è un altro metodo di ingestione che riduce la nausea. Questo metodo può sembrare meno intenso perché non contiene così tanti ingredienti psicoattivi, ma questo non è necessariamente accurato. È stato dimostrato che è incredibilmente difficile per il cervello umano distinguere tra un’allucinazione e la realtà, quindi anche compiti semplici come digitare su una tastiera o guidare possono rivelarsi difficili – per non dire pericolosi – mentre si usa questa droga!

Articoli della stessa categoria:

Previous post Regali promozionali personalizzati: un apprezzato dono per aumentare il business
Next post Diverse personalità di occhiali da uomo