Le basi delle turbo-tecnologie

Intercooler (silux-auto.it) è solo un altro nome per definire uno scambiatore di calore, ovvero quel sistema che viene utilizzato per raffreddare l’aria che è stata compressa da un Super-caricatore o da un turbocompressore. Si tratta del sistema che serve a non far surriscaldare il motore turbo in pratica ed è solitamente posizionato da qualche parte durante il percorso dell’aria che scorre dal turbo compressore al motore.

Intercooler

La legge dei gas ideali ed il principio per cui l’intercooler funziona

Se non vi è mai capitato di incontrarla sui libri di scuola, la legge dei gas ideali è questa: PV = nRT.

Per spiegarla nel modo più semplice possibile, possiamo dire che poiché la pressione e la temperatura sono direttamente proporzionali, quando si crea una maggiore pressione nel turbo compressore, si produce anche più calore. A questo punto vi verrà da dire: si vabbè, il motore comunque si scalda, se ci va anche dell’aria calda non vedo perché dovrebbe essere un problema. In realtà il problema esiste eccome e può essere anche serio.

I motivi per i quali il problema sussiste sono sostanzialmente due:

  1. L’aria calda è meno densa e quindi contiene meno molecole di ossigeno per unità di volume. Questo vuol dire che c’è meno aria per il motore e quindi meno potenza prodotta.
  2. L’aria calda provoca anche un innalzamento nella temperatura del cilindro e quindi può influire nella fase pre-detonazione del ciclo di combustione causando una detonazione per l’appunto (ovvero lo scoppio del cilindro stesso).

Si tratta di due situazioni da evitare assolutamente.